Statuto

      

COSTITUZIONE – DURATA – SCOPI

ART. 1

E’ costituita un’Associazione denominata IL MUCCHIO Associazione Sportiva Dilettantistica e Ricreativa

 

ART. 2

La sede dell’Associazione è in Via Gobetti, 12 a Scandiano (RE)

 

ART. 3

La durata dell’Associazione è illimitata.

 

ART. 4

L’Associazione ha per oggetto l’esercizio di attività sportive dilettantistiche, ricreative e del tempo libero. A tal fine si propone di gestire in forma diretta o indiretta impianti sportivi e ricreativi, attività didattiche, organizzare manifestazioni sportive e ricreative, partecipare a gare e campionati organizzati da altri enti e svolgere ogni altra attività utile al raggiungimento degli scopi sociali.

L’Associazione potrà pertanto accettare sponsorizzazioni ed attivare forme di pubblicità commerciale. Le attività dell’associazione si svolgeranno nell’osservanza delle norme e direttive degli enti federali e non, a tali scopi preposti. 

Le norme degli statuti e dei regolamenti federali e non, relativi ai suddetti enti, costituiranno parte integrante del presente statuto con particolare riferimento alle disposizioni del CONI.

 

ART. 5

L’associazione non ha scopo di lucro

 

ART. 6

L’Associazione potrà aderire e contribuire:

- ad enti di promozione sportiva

- ad enti culturali e per lo sviluppo delle attività ricreative  

Tali dovranno operare nel rispetto della sempre ampia diffusione della democrazia e della solidarietà, alla pratica ed alla difesa delle libertà individuali e collettive.

 

ART. 7

L’Associazione potrà organizzare iniziative, servizi, attività culturali, sportive, turistiche e ricreative, atte a soddisfare le esigenze di conoscenza, svago e riposo dei cittadini.

 

ART. 8

Il numero dei soci è illimitato. Possono entrare a far parte dell’Associazione IL MUCCHIO le persone fisiche maggiorenni, gli enti , le società e le associazioni che ne condividono gli scopi e che si impegnino a realizzarli.

I minorenni possono diventarne soci solo previo consenso di chi ne esercita la patria potestà.

 

ART. 9

La richiesta di adesione alla società dovrà essere presentata al consiglio direttivo che illustrerà agli interessati il presente statuto e inviterà questi ad osservarne gli eventuali regolamenti adottati dagli organi dell’associazione.

Il consiglio direttivo valuterà tali richieste ed organizzerà democraticamente un’assemblea per porre ai voti tali richieste.

 

ART. 10

I soci hanno diritto a frequentare i locali dell’associazione e a partecipare a tutte le attività promosse da essa.

 

ART. 11

La qualifica di socio si perde per RECESSO, ESCLUSIONE E CAUSA DI MORTE.

 

- RECESSO: è possibile distaccarsi dalla società senza vincoli, né monetari, né legali, informando preventivamente il consiglio direttivo

 

- ESCLUSIONE: sarà deliberata dal consiglio direttivo nei confronti del socio che

- non ottemperi alle disposizioni del presente statuto e dei regolamenti  adottati dagli organi dell’Associazione

- in qualche modo arrechi danni gravi, anche morali, all’associazione

  

PATRIMONIO SOCIALE BILANCIO

ART. 12

Il patrimonio sociale può essere costituito da:

- eventuali contributi associativi 

- oblazioni, contributi, liberalità e sponsorizzazioni che pervenissero all’associazione per 

  un miglior conseguimento degli scopi sociali 

- da eventuali avanzi di gestione

 

ART. 13

Costituiscono inoltre fondo comune della società tutti i beni acquistati con gli introiti specificati dall’ART.12

 

ART. 14

Il fondo comune non è ripartibile tra i soci durante la vita dell’associazione, né all’atto del suo scioglimento, sia in modo diretto che indiretto. Non sono ripartibili inoltre utili, avanzi di gestione, fondi, riserve o capitale, salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposte per legge.

 

ART. 15

L’esercizio sociale ha durata annuale con inizio il 1° di Gennaio di ogni anno e chiusura al 31.12. Entro 4 mesi dalla chiusura dell’esercizio deve essere predisposto il bilancio consuntivo da sottoporre all’assemblea per l’approvazione. Il consuntivo predisposto da Consiglio direttivo deve essere a disposizione dei Soci almeno 32 giorni prima dell’assemblea annuale per l’approvazione.

Gli utili e gli avanzi e il capitale devono essere reinvestiti per la realizzazione di attività istituzionali e per il conseguimento degli scopi sociali e non possono mai essere distribuiti ai soci

 

ORGANI DELL’ASSOCIAZIONE

ART. 16

Sono organi dell’associazione:

- Assemblea degli associati

- Consiglio direttivo

- Presidente

 

ASSEMBLEE

ART. 17

Le assemblee possono essere ordinarie e straordinarie e potranno essere indette in qualunque momento ne sorga la necessità. La loro convocazione dovrà essere effettuata mediante avviso, almeno una settimana prima dall’adunanza.

 

ART. 18

ASSEMBLEA ORDINARIA

- Approva il bilancio consuntivo e preventivo  

- Procede alla nomina delle cariche sociali

- Delibera su tutti gli altri oggetti attinenti alla gestione dell’associazione, alla competenza   

  del presente statuto, sottoposti ad esame del consiglio direttivo    

- Approva eventuali regolamenti.

- Essa ha luogo almeno una volta all’anno per l’approvazione del bilancio e ogni qualvolta ne sia fatta richiesta da 1/5 degli associati. In quest’ultimo caso tale convocazione avrà luogo entro una settimana dalla data della richiesta.

 

ASSEMBLEA STRAORDINARIA

- Di norma si riunisce per deliberare eventuali modifiche dello statuto o sullo scioglimento 

  dell’associazione, nominandone i liquidatori.  

ART. 19

Tali assemblee (ordinaria e straordinaria) saranno regolarmente costituite quando siano presenti almeno la metà + 1 dei soci.

Nelle assemblee hanno diritto di voto tutti gli associati ed ogni socio ha diritto ad un solo voto.

Tutte le delibere poste all’ordine del giorno dell’assemblea sono valide a maggioranza assoluta dei voti,

Le assemblee sono presiedute dal Presidente dell’associazione ed in sua assenza dal vice Presidente o dalla persona designata dall’assemblea stessa.

  

CONSIGLIO DIRETTIVO

ART. 20

Il Consiglio direttivo viene nominato dall’assemblea degli associati. I componenti del Consiglio restano in carica a tempo illimitato, salvo eventuali dimissioni o modifiche apportate dall’assemblea.

Il Consiglio inoltre elegge il Presidente, il vice- Presidente, il segretario ed i consiglieri.  

Tutte le cariche sono a titolo gratuito; saranno rimborsate solamente le spese sostenute.

Il Consiglio direttivo viene convocato dal Presidente ogni qualvolta ne esista la necessità, oppure quando ne sia fatta domanda da almeno 2 membri; tale convocazione verrà fatta

Almeno una settimana prima dell’adunanza.

Le sedute sono valide quando vi intervenga la maggioranza dei componenti e le deliberazioni verranno prese a maggioranza assoluta dei voti.

Il Consiglio direttivo è investito dei più ampi poteri per la gestione dell’Associazione; spetta fra l’altro al Consiglio:

- curare l’esecuzione delle deliberazioni assembleari

- redigere bilancio consuntivo e preventivo

- compilare e deliberare i regolamenti interni nel rispetto dell’oggetto sociale

- stipulare tutti gli atti e contratti inerenti alle attività sociali

- deliberare circa l’ammissione, il recesso e l’esclusione degli associati

- organizzare e nominare i responsabili delle commissioni di lavoro delle attività in cui si

  articola la vita dell’associazione

- compiere tutti gli atti e le operazioni per la corretta amministrazione dell’associazione

Se viene meno la maggioranza dei membri, quelli rimasti in carica debbono convocare l’assemblea perchè provvedano alla sostituzione dei mancanti.

PRESIDENTE

ART. 21

Viene eletto dal Consiglio direttivo, ha la rappresentanza e la firma legale dell’Associazione. In caso di assenza o impedimento, le sue mansioni verranno esercitate dal vice-Presidente

  

SCIOGLIMENTO

ART. 22

In caso di scioglimento dell’Associazione, l’assemblea nominerà uno o più liquidatori scelti tra i soci stabilendone i poteri. Il patrimonio netto risultante dal bilancio di liquidazione, previo rimborso ai soci di eventuali crediti, deve essere devoluto ad altra Associazione con finalità analoghe o a fini di pubblica utilità e beneficenza, sentiti gli organismi di controllo.

  

NORME FINALI

ART. 23

Per quanto non espressamente contemplate dal presente statuto valgono le norme del codice civile le disposizioni di legge vigenti.